Settimanale avventuroso di letteratura
Ricerca Nel Blog Di Mompracem:
Commenti players
Pagine
Categorie
Archivi
Commenti del giorno

aprile: 2007
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  
Sottoscrivi
Preview Image

SCONFINANDO-Terza puntata-Cristina Ubax Ali Farah

di

Cristina Ali Farah è nata a Verona nel 1973 da padre somalo e da madre italiana. Ha trascorso la sua infanzia e adolescenza a Mogadisco, frequentando le scuole italiane. Nel 1991 è stata costretta a fuggire a causa della guerra civile esplosa nel paese. I primi di aprile è uscito il suo romanzo d’esordio Madre […]

Cristina Ali Farah è nata a Verona nel 1973 da padre somalo e da madre italiana. Ha trascorso la sua infanzia e adolescenza a Mogadisco, frequentando le scuole italiane. Nel 1991 è stata costretta a fuggire a causa della guerra civile esplosa nel paese. I primi di aprile è uscito il suo romanzo d’esordio Madre Piccola per la casa editrice Frassinelli. Il motore del romanzo sta nella diaspora somala a seguito della deposizione di Siad Barre. Il romanzo è corale, tre voci si avvicendano di capitolo in capitolo, raccontando con linguaggi differenti il tempo della separazione. Barni e Domenica, cugine separate dalla guerra e da un lungo esilio, si ritrovano in Italia. Questa sorta di gineceo di transfughe ripercorre, alla ricerca di un senso, le vicende che le hanno viste unite nell’infanzia e divise nell’età adulta. La scrittura di Ali Farah indaga la fatica di domenica di essere a cavallo di due culture –quella somala e quella italiana- e lo sforzo di Tageree di essere uomo in un mondo in fuga. Ma è la maternità ad avere un ruolo centrale, simbolo dell’unità delle donne e del potere vivificante della vita sulla guerra e sulla morte.

Ecco l’intervista a

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

 a cura di Giulia Gadaleta


Comments are closed.